martedì 9 ottobre 2012

INCONTRO DELLE TRE COMUNITÀ OBLATE


 

Tutti Uno in Noi

IT. Sabato 6 ottobre ci siamo incontrati tutti gli Oblati di via Aurelia 290. Nella prima ora dell’incontro i 67 Oblati delle tre comunità ci siamo presentati uno ad uno per la reciproca conoscenza. Due scolastici e due padri studenti hanno condiviso la sua esperienza a Roma.Nella seconda parte, P. Generale ci ha presentato il programma che il Consiglio generale sta elaborando per questi tre anni di preparazione per la celebrazione del 200º anniversario (1816 – 2016) della fondazione della nostra famiglia religiosa. Ci ha invitato a fare tutta la nostra parte perché questo evento sia un vero processo di conversione e di slancio verso l’avvenire, un vero “kairos”, un periodo di grazia per tutta la Congregazione.


EN. 6th of October, all the Oblates of the three communities of the “General House, Via Aurelia 290” met together. The meeting took place in two sessions. During the first session, 67 Oblates, residing at the General House introduced themselves while two Student Priests and two Scholastics shared their experiences in Rome and their expectations of their stay here.
During the second phase of the meeting Fr. General presented the three year preparatory programme for the 200th anniversary (1816-2016) of the foundation of our Religious family. He invited us to involve wholeheartedly throughout this programme which would be a real “kairos”, a period of grace.  The meeting came to an end with the Eucharistic Celebration which was followed by a community lunch.


ES. El sábado 6 de octubre nos hemos encontrado las tres comunidades oblatas de Roma, vía Aurelia 290, para iniciar juntos el nuevo año formativo y académico. La primera hora se dedicó al conocimiento mutuo, pensando sobre todo en los Oblatos recién llegados, escolásticos y padres estudiantes. Nos fuimos presentando los 67 uno por uno y después compartieron su experiencia cuatro Oblatos: dos antiguos y dos nuevos, escolásticos y padres estudiantes. La segunda hora la ocupó el P. General exponiendo el programa que el Consejo general está elaborando con miras al 200º aniversario (1816-2016) de la fundación de la Congregación. La preparación, que abarca los tres años previos a ese evento, quiere ser un período de gracia, un verdadero “kairos” para toda la familia oblata.


FR. Le samedi 6 octobre c'est tenu la rencontre de tous les Oblats de Via Aurelia 290. Durant le premier grand moment de la rencontre les 67 membres des trois communautés se sont présentés individuellement pour une meilleure connaissance réciproque. Deux Scolastiques et deux Pères ont partagé à l'assemblée leurs  expériences à Rome.
La deuxième grande articulation fut la présentation du Supérieur général sur les préparatifs des 200 ans de la fondation de notre famille religieuse, (1816-2016). Il nous a expliqué le projet qu'élabore le conseil général et a formulé le vœu que tous fassions nôtre cet évènement et que ce soit pour nous un processus de conversion et un élan vers l'avenir, un vrai "kairos", une période de grâce.


67 Oblati in Via Aurelia 290

 IT. Le tre comunità oblate che abitano a Roma, in via Aurelia 290 – unite e distinte sul modello della Santissima Trinità – oggi si sono incontrare insieme per iniziare il nuovo anno: la comunità del Consiglio generale, quella della casa generalizia, quello dello scolasticato internazionale. Siamo 67 Oblati provenienti da più di 20 nazioni dei 5 continenti.
Gli Oblati. Ma che bella vocazione! Sono missionari: continuano l’opera di Cristo e degli Apostoli. Sono chiamati ad andare ovunque, insieme, in comunità, ad «annunciare chi è Cristo». Sono Oblati, ossia donati totalmente, senza condizioni e senza ritorno, a quel Dio cui già appartengono e di cui si professiamo creature, frutto del suo amore eterno. Oblati, fatti olocausto, immolazione di tutto il proprio essere a quel Dio che si è dato a loro interamente nel Figlio suo. Oblati, risposta d’amore all’amore con cui Cristo Gesù «mi ha amato e ha dato se stesso per me» (Gal 2, 20), dedizione radicale, senza riserva, alla sua opera nell’adempimento della sua missione. E sono di Maria Immacolata, sono offerti come lei, sul modello di lei;  offerti da lei e in lei, a lei uniti nella sua stessa adesione a Cristo; con lei vivono la loro missione con lei. 
                                                                                           Dal Blog: http://fabiociardi.blogspot.com




 

Nessun commento:

Posta un commento